Thiene. 'Operazione Dessert' : cinque rapinatori dietro le sbarre

Sarebbero loro gli autori di alcune rapine messe a segno negli ultimi due anni nell'Alto Vicentino. Una banda di delinquenti incalliti che agivano sempre con modalità collaudate, utilizzando una pistola. Non esitavano a colpire le loro vittime, nel caso queste reagissero, come nel caso del cliente della pizzeria Due Forni nella Valle Dell'Agno nel comune di Arzignano, dove nel luglio del 2011, fece irruzione il gruppo criminale che colpì con il calcio della pistola un avventore, 'colpevole' di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato.


Le ordinanze di custodia cautelare siglate dal gip Stefano Furlani, su ruchiesta del pm Barbara De Munari hanno raggiunto ieri:
Florian Quato, nato a Durazzo (Albania) 30 anni, residente a Schio, pregiudicato per delitti contro la persona ed il patrimonio.
Daniele Moretto, nato a Thiene 25 anni, residente a Breganze in via G. Meneghini 23, pregiudicato per delitti contro la persona ed il patrimonio.
Besnik Abdullack ,nato a Glamnik (Kosovo) 25 anni, residente ad Arzignano in via Po 59/3, pregiudicato per delitti contro il patrimonio.
Claudio Mondin, nato a Radevormwald (Germania) 46 anni, residente a Thiene in via Solferino 15, pregiudicato per delitti contro il patrimonio.
E infine, Mendurim Vehapi, nato a Zatriq (Kosovo) 24 anni, residente a Thiene in via San Vincenzo 23, pregiudicato per delitti contro il patrimonio.

Le indagini dei carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Thiene, come spiegato questa mattina, nel corso della conferenza stampa, scattarono la notte del 23 giugno 2011, quando cinque individui, armati e travisati, perpetrarono una rapina ai danni della sala giochi “Casanova” di Thiene in via M. Kolbe, da dove portarono via la somma in contanti di 2.000 euro, un computer portatile ed alcuni telefoni cellulari.

 

Le indagini portarono gli uomini del luogotenente Antonio Corona sulle tracce di uno dei componenti del gruppo di banditi. Seguendo le mosse del sospetto, gli investigatori, grazie ad un lavoro fatto di pedinamenti, appostamenti e pazienti riscontri, hanno chiuso il cerchio, stilando una dettagliata informativa di reato, che ha convinto il sostituto procuratore De Munari a chiedere la misura cautelare in carcere per i cinque indagati che ora devono rispondere di rapina. Sono tutti rinchiusi in carcere a Vicenza e date le prove schiaccianti a loro carico, dovrebbero rimanere dietro le sbarre per un bel pò.

di Redazione Thiene on line

Ultima modifica il Venerdì, 21 Giugno 2013 20:42
banner bottom 2

Banner DX CNA

Banner DX Tomasi

Banner DX Orsi

Banner DX Gori

Resta collegato con Thieneonline

Che tempo fa?

Cloudy

8°C

Thiene

Cloudy

Humidity: 71%

  • 26 Nov 2014

    Cloudy 9°C 6°C

  • 27 Nov 2014

    PM Light Rain 9°C 8°C

Banner DX Centro Medico Thienese

Banner DX zurich

Banner DX Haraka

Contatta subito Galvauto

Nome*Telefono*E-mail*Messaggio*

Banner DX pasin

pasin
thieneonline.it | Giornale online di Thiene | Reg. Tribunale di Vicenza n°1246/2011 | Registro Stampa del 08/03/2011
Copyright © 2012 Thieneonline di Bandiera Rosa | Tutti i diritti riservati. P.IVA 03770030249
Web Design © alessandrodalmoro.com | All rights reserved.